049 601290 aas@aclipadova.it
Il figlio ritrovato

Il figlio ritrovato

È con grande soddisfazione, per il successo che sta riscuotendo come evidenziato dagli articoli in allegato, che segnaliamo La rappresentazione teatrale “il Figlio ritrovato – Milite Ignoto “La scelta” a cura del Gruppo Teatrale Il Canovaccio e dell’Orchestra di fiati delle Forze Operative Nord, iniziativa che rientra nel quadro della commemorazione per il Centenario del Milite Ignoto 1921- 2021.
L’opera “Il figlio ritrovato” è un atto unico di circa 80 minuti basato sui monologhi del Tenente Augusto Tognasso (interpretato da Remo Stella), facente parte della commissione incaricata di individuare tra le salme non identificabili dei soldati caduti nella Grande Guerra, una che rappresentasse idealmente i 600.000 caduti. Con lui, incaricata della scelta c’è Maria Bergamas (interpretato da Anna Moro), una popolana di Gradisca che idealmente rappresenta tutte le madri italiane che avevano perso un figlio in guerra. Il diario di viaggio del giovane ufficiale e lo strazio della madre si mescolano alle musiche dell’orchestra di fiati per rivivere con occhi diversi le atrocità di un conflitto che cambiò per sempre il volto del nostro continente gettando il seme di quello che sarà poi la seconda guerra mondiale.
Remo Stella è un attore professionista diplomato all’accademia Nazionale d’Arte Drammatica ” Silvio D’Amico” di Roma mentre Anna Moro è una presenza storica del Canovaccio sin dal 2009.


La drammaturgia è stata affidata, per la parte del Tenente Tognasso, ad Alice Pagotto, anch’essa diplomata alla “Silvio D’Amico”, mentre Paola Melchiori, sceneggiatrice anche di alcuni testi portati in scena dal Canovaccio, firma la stesura del testo interpretato da Anna Moro. La regia è firmata Antonello Pagotto. La prima si è tenuta a Schio il 3 ottobre e dopo una serie di date, compreso il prestigioso teatro Toniolo di Mestre e rappresentazioni per gli studenti delle scuole secondarie superiori “Il figlio ritrovato” concluderà le sue rappresentazioni al teatro Verdi di Padova il 2 novembre alle ore 20:30. L’ingresso è gratuito previa prenotazione A QUESTO LINLK

Il figlio ritrovato 1
Il figlio ritrovato 2
Il figlio ritrovato 3
Leggende e misteri della tradizione popolare veneta

Leggende e misteri della tradizione popolare veneta

Dopo un anno di eventi online, la Regione del Veneto e le Pro Loco sono felici di presentare Veneto Spettacoli di Mistero, il Festival dedicato alle leggende ed ai misteri che caratterizzano la storia e la tradizione della nostra regione.

Da fine ottobre ai primi di dicembre, dalle montagne alle coste, dalle rive dei nostri laghi alle colline che disegnano dolcemente i paesaggi veneti, saranno molti gli eventi e le iniziative pronte ad intrattenere grandi e piccini e a raccontare la maestosità e le tenebre derivanti dalle leggende venete più belle: storie di streghe e di demoni, di folletti dispettosi e di fate generose, di antichi tiranni la cui vita sanguinaria è circonfusa di leggenda e di mille fantasmi pronti a essere evocati per raccontare i segreti più nascosti.

A comporre il ricco calendario del Festival del Mistero, un vortice fatto di spettacoli teatrali, serate di racconto, visite guidate, rievocazioni in costume e cene a tema, mostre di fotografie o di disegno, proiezioni e presentazioni di libri, passeggiate in mezzo alla natura o tra i borghi, performance artistiche, concerti, musical, ricostruzioni storiche e giochi per i più piccoli, che trascinerà gli spettatori in una festa di piazza lunga un mese, alla riscoperta delle tradizioni e degli aspetti più nascosti, sulla scia dell’incredibile eredità della tradizione veneta, delle sue credenze, delle sue figure fantastiche e della sua essenza più profonda, che affonda le radici alle origini della Storia.

Spettacoli di Mistero è promosso dalla Regione Veneto e realizzato dal Comitato Regionale UNPLI Veneto, con la supervisione del Direttore Artistico Alberto Toso Fei.

Segnaliamo all’interno del festival l’appuntamento ideato da Federica Santinello e Miledi Poppi dal titolo Notti in bianco: voci, leggende e misteri

Le lunghe notti d’inverno, le strade buie, luoghi familiari che cambiano aspetto, rumori inspiegabili: e all’improvviso si avvertono presenze inattese, e i racconti si popolano di misteriosi esseri, ora benevoli, ora inquietanti, ora addirittura spaventosi…. eccoci pronti ad accompagnare gli spettatori in un viaggio che porta dalle nostre campagne a luoghi e tempo apparentemente lontani eppure accomunati da storie simili, quelle capaci di farci provare un piccolo brivido…e di farci cercare subito l’interruttore quando entriamo in una stanza buia!

Leggende e misteri della tradizione popolare veneta 4
Incontrarsi per Crescere

Incontrarsi per Crescere

Sabato 30 ottobre alle ore 16:00 in piazza Capitaniato

Suoniamo e raccontiamo Padova Urbs Picta

Viaggio musicale e narrativo nella Padova Medievale

Un flash mob musicale e teatrale

a cura del gruppo musicale degli Sbilf diretti dal m. Lodovico Bollacasa e degli attori Anna-Rita Di Muro ed Enrico Vecchiatti.

Saranno eseguite musiche del medioevo on il supporto della narrazione di vita e storie dell’epoca.

Incontrarsi per Crescere è un progetto che vede impegnati ragazzi del Quartiere Arcella nella costruzione di strumenti musicali, tratti dalle raffigurazioni presenti nei monumenti cittadini di epoca medievale, imparare a suonarli ed eseguire alla fine alcune musiche dell’epoca. È una maniera di far “vivere” a ragazzi di diversa provenienza una parte della storia della città di Padova attraverso  la musica e i  racconti  dell’epoca, rendendoli protagonisti grazie al percorso di costruzione di antichi di strumenti e l’insegnamento di semplici esecuzioni.Un modo quindi di entrare in contatto con la città, conoscere le sue tradizioni e l’evoluzione della sua gente e di chi oggi la abita al fine di una integrazione e inclusione partecipate e consapevoli. Una città, Padova che, per propria vocazione, è sempre stata internazionale, multiculturale e interetnica con la sua Università e i suoi rapporti politico-commerciali e culturali in tutto il mondo.

Partecipano al progetto che vede l’Associazione “U-Mus – Umanità in Musica” quale capofila sono, il Conservatorio “Cesare Pollini”, ACLI – Arte-Spettacolo, la Cooperativa Train de Vie, Cooperativa Now, la Cooperativa La Bottega dei RagazziFare Labsrls, Gruppo Pleiadisns.

Realizzato con il Contributo Comune di Padova nell’ambito del progetto “La città delle Idee”

Incontrarsi per Crescere 5
L’Armadio della Strega

L’Armadio della Strega

Domenica 7 novembre alle 16.00 al Teatró di Abano Terme in via G.Donati, 1 debutta una nuova produzione per bambini di Dimensione Arte: L’Armadio della Strega: “Amelia e Maghella vogliono dimostrare al Mago dei Maghi che possono sostituire la Grande Strega schiacciata da una casa….. Si troveranno così a vivere una straordinaria e magica avventura!”

Testo e regia: Curzio Gretter. Con Rosanna Armenante, Greta Berlese e Curzio Gretter.

L'Armadio della Strega 6
I corsi musicali dell’Associazione Floriana

I corsi musicali dell’Associazione Floriana

L’associazione Amici di Don Floriano – Floriana in convenzione con l’Istituto Barbarigo di Padova ha attivato dei corsi di strumento per bambini – ragazzi ed adulti.
Gli Strumenti proposti: arpa classica – celtica; basso elettrico; canto lirico – moderno; clarinetto; chitarra classica – acustica – elettrica; organo; percussioni – batteria; sassofono; fisarmonica; pianoforte; contrabbasso e violino.
Le lezioni vengono svolte all’interno delle aule dell’Istituto Barbarigo da insegnanti di comprovata esperienza artistico – musicale.
Il giorno ed orario delle lezioni viene concordato direttamente con il docente interessato cercando di venire incontro il più possibile alle esigenze dell’allievo.


La sede dell’Associazione è presso l’Istituto Barbarigo in Via Rogati 17 35122 Padova.
Per qualsiasi informazione potete contattarli al numero: 346-6973949 o con l’email: associazionefloriana@gmail.com
Per ulteriori informazioni: www.associazionefloriana.com